LA STORIA

   

 

Viggiano è sempre stato considerato un paese a “forte vocazione turistica”. 

Innumerevoli le iniziative che, fin dagli anni sessanta, sono state attuate per promuovere le bellezze naturali, i prodotti tipici del territorio, per esaltare le tradizioni, soprattutto quelle legate alla Festa della Madonna ed alla musica.

 

La Madonna mentre sale sulla vetta del monte

La vetta del monte

Il paese dispone di moderne e confortevoli strutture ricettive, è possibile effettuare trekking, escursioni, cavalcate, passeggiate nelle faggete e lungo i torrenti Alli e Casale. 

La faggeta

La Chiocciola sul torrente Alli

 

Durante l’inverno, in località Montagna grande (a 1600 m di altezza) è possibile utilizzare le piste per lo sci di fondo e per la discesa (una pista è anche illuminata) ed efficienti impianti di risalita.

Da alcuni anni vi è la possibilità di utilizzare, a scopo ricettivo, il ricco patrimonio edilizio del centro storico, nel quale si possono scoprire angoli caratteristici di rara suggestione.

Nel periodo estivo vi è sempre un ricco programma di manifestazioni ricreative e culturali.

Il patrimonio artistico annovera tra le cose più pregevoli:

   
punto elenco

la Basilica Pontificia Minore, detta anche Chiesa di Santa Maria del Deposito, al cui interno è custodita, da settembre a maggio, la statua lignea della Madonna nera, inoltre vi sono una tela con S.Cecilia, protettrice dei musicisti, un dipinto del Seicento che rappresenta l’Immacolata, il soffitto a formelle dipinte del XIX secolo;

Il Santuario

punto elenco

il Convento francescano di S.Maria del Gesù del 1475, adibito nel corso dei secoli a convitto-scuola, carcere mandamentale, sede di scuole, attualmente restaurato e utilizzato per mostre, concerti, convegni. Al piano terra dell’edificio è stata collocata la Mostra permanente, allestita dagli alunni e dagli insegnanti dell’Istituto comprensivo, nell’ambito di un progetto triennale per la strutturazione di un museo delle tradizioni locali, promosso e interamente finanziato dall’amministrazione comunale di Viggiano;  

Il Convento

punto elenco

accanto al convento, la chiesa di S.Antonio risalente al 1542;

punto elenco

due torri e parte delle mura del castello medievale sulla sommità del paese, poco più in basso i resti della chiesa di S.Pietro, completamente distrutta dal terremoto del 1857;

Ruderi del Castello

Ruderi della Chiesa di S.Pietro

punto elenco

la chiesa di S. Rocco, che risale al XIX secolo;

punto elenco

la chiesa di S.Sebastiano del secolo XVII, al cui interno è conservato un polittico seicentesco con cinque tele, attribuite a Carlo Sellitto;

Polittico

punto elenco

la chiesa di S. Benedetto, risalente al XVI secolo;

punto elenco

fuori del centro abitato, in località S.Barbara, vi sono i resti della chiesetta di S.Maria la Preta, probabilmente appartenente, al monastero basiliano di S.Maria di Atzopan.